Il 2017 non porta grandi novità per quel che riguarda le revisioni delle auto. Scadenze e costi restano pressoché immutati. A cambiare, invece, per la revisione auto nel 2017 è la formazione dei professionisti addetti, che diventa più approfondita rispetto agli anni passati.

Il 1 gennaio 2017 è infatti entrata in vigore la nuova direttiva europea 2014/45/UE, la quale stabilisce che il personale che effettua i controlli sulle auto in sede di revisione debba possedere un elevato livello di competenze e partecipare a una formazione iniziale o a regolari corsi di aggiornamento professionale.

L’introduzione al nuovo sistema di formazione avverrà per gradi, fino al pieno inserimento dei meccanici addetti alle revisioni in un regime di formazione periodico, volto ad assicurare elevati standard qualitativi dei controlli tecnici.

La revisione dell’auto consiste in una serie di controlli utili a stabilire se le condizioni di omologazione iniziale del mezzo siano ancora in uno stato ottimale e che il veicolo non rappresenti un pericolo per conducente, eventuali passeggeri e per la circolazione su strada.

La prima revisione dell’auto è richiesta dopo quattro anni dalla data di immatricolazione. I controlli successivi si svolgono ogni due anni. Queste scadenze sono valide anche per autocaravan, autoveicoli per il trasporto di cose e merci, motoveicoli e ciclomotori.

Per i veicoli destinati al trasporto di persone, con un numero di posti superiore a 9, e per i mezzi adibiti a taxi, noleggio, al trasporto di cose con carico superiore a 3.500 kg, ambulanze e altri veicoli atipici, la revisione è necessaria ogni anno.

Per maggiori informazioni sulla revisione della tua auto, contatta Mancini S.r.l.